Dichiarazione 730

730/2023: come richiedere la rateizzazione spese sanitarie in dichiarazione

Come chiarito dall'Agenzia delle Entrate, se le spese sanitarie, ad esclusione di quelle relative all’acquisto dei veicoli per disabili, (indicate nella dichiarazione nei righi E1, E2 ed E3) superano complessivamente euro 15.493,71 (al lordo della franchigia di euro 129,11) la detrazione può essere ripartita in 4 quote annuali costanti e di pari importo.

Attenzione va prestata al fatto che la scelta tra:

  • rateizzazione,
  • o detrazione in un’unica soluzione,

che avviene in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi, barrando l'apposita casella, è irrevocabile e deve essere effettuata con riferimento all’anno in cui le spese sono state sostenute.

In particolare, il Rigo E6 – Spese sanitarie rateizzate in precedenza è riservato ai contribuenti che negli anni 2019 e/o 2020 e/o 2021 hanno sostenuto spese sanitarie superiori a 15.493,71 euro ed hanno scelto la rateizzazione nelle precedenti dichiarazioni dei redditi. 

Se in più di una delle precedenti dichiarazioni è stata scelta la rateizzazione, è necessario compilare più righi E6 utilizzando distinti modelli:

  • Nella colonna 1 indicare il numero della rata di cui si intende fruire. Il numero delle rate va da 2 a 4.
  • Nella colonna 2 indicare l’importo delle spese di cui è stata chiesta la rateizzazione.

In particolare se nelle precedenti dichiarazioni è stato utilizzato il modello 730:

  • per le spese sostenute nel 2021 l’importo da indicare nella colonna 2 è desumibile dal rigo 136 del prospetto 730-3/2022, mentre nella casella delle rate va indicato il numero 2;
  • per le spese sostenute nel 2019 e/o nel 2020 l’importo da indicare nella colonna 2 è desumibile dal rigo E6 del quadro E del Mod.

730/2022.

Se, invece, è stato utilizzato il modello Redditi Persone Fisiche, l’importo da indicare nella colonna 2 è quello derivante dalla somma dei righi RP1, colonna 1 e colonna 2, RP2 e RP3 del quadro RP. 

Dall’ammontare così determinato va sottratto l’importo di 129 euro.

L’importo da indicare nel rigo E6 deve comprendere le spese indicate nella sezione “Oneri detraibili” (punti da 341 a 352) della Certificazione Unica con il codice onere 6.

In merito alla documentazione da conservare, bisogna distingere tra due ipotesi:

  1. qualora il contribuente, nell’anno in cui ha sostenuto le spese mediche delle quali ha chiesto la rateizzazione, si sia avvalso dell’assistenza del medesimo CAF o professionista abilitato a prestare assistenza, non è necessario richiedere nuovamente la documentazione di cui il CAF o professionista abilitato è già in possesso. La documentazione deve essere comunque conservata a corredo della dichiarazione in cui è esposta la rata;
  2. nel caso in cui il contribuente si presenti per la prima volta al CAF o professionista abilitato, è necessario che gli stessi esaminino:
    • tutta la documentazione atta al riconoscimento delle spese,
    • e la dichiarazione precedente in cui è evidenziata la scelta di rateizzare.